Sono sempre più numerosi gli amanti del cake design, ma sono in pochi a sapere quali siano le reali origini di questa tecnica decorativa delle torte. Abbiamo allora deciso di offrirvi questa breve storia del cake design, così da scoprire come è nata questa tecnica e come si è evoluta nel corso degli anni.

Probabilmente molto di voi credono che il cake design sia una tendenza tipica della nostra epoca contemporanea e che sia nato quindi da pochi anni soltanto. Oggi questa tecnica decorativa è di moda, è vero, ma possiamo assicurarvi che le sue origini devono essere ricercate lontano nel tempo. Pensate che le prime decorazioni in pasta di zucchero risalgono al 1700. Esce proprio in quegli anni infatti il libro “Le nouveau cuisinier royal et bourgeois, ou cuisinier moderne” dello chef francese Francois Massialot in cui si parla appunto della realizzazione di un fiore di zucchero. È la prima volta nelle pubblicazioni dedicate alla pasticceria e alla cucina che si tratta questo argomento. Possiamo quindi affermare senza alcun tipo di timore che sono stati i francesi ad inventare il cake design, una forma di decorazione che però in Francia non prese piede in modo intenso.

La prima torta di design di cui si ha testimonianza non arriva infatti dalla Francia, bensì dall’Inghilterra, un secolo più tardi. Si tratta della torta per il matrimonio della regina Vittoria con il principe Alberto, convolati a nozze nel 1840. La torta misurava ben 3 metri di diametro ed aveva un peso di 140 kg. Era cosparsa da ghiaccia reale e decorata con sposini, la figura di un cane e di due colombi, la dea Britannia, un amorino, fiori, nastri, cupidi e molto altro ancora.

Anche se sono stati i francesi ad inventare il cake design e se la prima vera torta di design è stata realizzata in Inghilterra, solo gli americani sono riusciti ad ufficializzare questa tecnica decorativa, portandola al successo. La data di inizio di questo successo è il 1929. Proprio in questo anno infatti Deweney McKinley Wilton decide di aprire a Chicago la prima scuola di pasticceria e di decorazione di torte che prevedeva l’utilizzo appunto dell’ormai famosa pasta di zucchero. Qualche anno più tardi è inoltre stato pubblicato il libro di Joseph Lamberth sul cake design, incentrato soprattutto sulla realizzazione delle torte nuziali. Il metodo Lamberth prevede l’utilizzo della ghiaccia reale, della pasta di zucchero e del marzapane nonché l’inserimento di pizzi, nastri e perline, un metodo che ancora oggi viene studiato in tutte le scuole di cake design e considerato classico ma attuale.

Da quel momento in America il cake design si è trasformato in una tecnica che tutti i pasticceri dovevano assolutamente conoscere, che è stata affinata sempre più nel corso degli anni, portando alla realizzazione di torte semplicemente spettacolari. Con il passare del tempo, il fenomeno del cake design è arrivato in tutto il mondo e oggi non c’è pasticceria di ogni paese che non offra torte decorate secondo questa tecnica, ma anche biscotti, pasticcini, persino confetti. Il cake design è ormai approdato anche nel settore della microdecorazione infatti.